Haloterapia, terapia del sale…

Ciao Amici, oggi vi raccontiamo dell’Haloterapia, deriva dalla parola greca halos, sale, si tratta dell’assorbimento di particelle saline attraverso l’esposizione a microclimi quali spiagge in località di mare (idrohaloterapia), grotte salmastre e miniere di sale (speleoterapia e antroterapia) o altri microclimi simili naturali o realizzati artificialmente, con vari metodi in locali confinati, nell’intento di ottenere un beneficio per la salute umana.

Tutti i mari della terra, in concentrazioni variabili contengono una serie di sali minerali e altri elementi indispensabili per la vita e utili per la salute umana. Le onde che si infrangono sulle rive di tutti i grandi mari originano una brezza sottilissima, ricca di questi oligoelementi, che viene definita comunemente salsedine marina. Tra le particolari caratteristiche del microclima di una miniera di sale vi sono la temperatura stabile dell’aria, l‘umidità e la mancanza di sostanze inquinanti nell’aria, come pollini, un quadro di fattori univoco per ogni miniera.

I popoli che storicamente hanno vissuto intorno alle rive del Mar Mediterraneo hanno lasciato innumerevoli segni della presenza di stazioni balneari nate a scopo terapeutico. Ma anche negli altri continenti, popolazioni del tutto diverse tra loro hanno giovato delle ricchezze che il mare riesce a donare.

Nelle aree del pianeta molto interne e lontane dai mari, altri metodi hanno consentito di preservare il benessere e la salute. Ci sono registrazioni di un miglioramento della respirazione dei minatori in epoca romana e medievale. Il Dr Feliks Boczkowski studiando gli effetti curativi di bagni in acqua salata, scrisse nel 1843 che i minatori operanti nelle miniere di Wieliczka non soffrivano di malattie polmonari e il suo successore istituì un centro benessere sulla base di queste osservazioni.

L’uso moderno di questa terapia iniziò in Germania, quando il dottor Karl Hermann Spannagel notò il miglioramento della salute dei suoi pazienti dopo che si erano nascosti nella grotta carsica Kluterthöhle per sfuggire ai pesanti bombardamenti. È oggi praticato in luoghi come Bystrianska in Slovacchia, Solotvyno in Ucraina, e Wieliczka in Polonia (località vicina a Cracovia, sede della più lunga galleria di sale d’Europa, a 226 metri di profondità, che ospita un sanatorio).

sale

Dicono che una seduta in una grotta di sale equivale a tre giorni di aria di mare

Gli halogeneratori o micronizzatore di sale sono macchine altamente sviluppate che schiacciano il salgemma in particelle di dimensioni micrometriche a secco, ionizzano le particelle e le rilasciano in aria. Le particelle di sale di dimensioni 0,1-2,5 micrometri sono in grado di sfuggire alle difese naturali delle vie aeree superiori e di viaggiare in profondità nei polmoni al livello degli alveoli, quelle più grandi no!

Una stanza tipica è di piccole dimensioni con pavimento e pareti rivestite di salgemma.

sale

Respirare un aerosol di acqua salata ipertonica (3-7% NaCl) è stato trovato efficace come trattamento per il pesante accumulo di muco tipico della fibrosi cistica. I vantaggi di questa terapia sono stati notati da malati che regolarmente hanno navigato verso l’Australia e così sono stati esposti all’aerosol naturale della salsedine. L’uso di soluzione salina consegnata da un nebulizzatore per il trattamento di bronchiolite nei bambini è stato sistematicamente riveduto. La conclusione è stata che gli esperimenti suggeriscono che la soluzione salina nebulizzata al 3% può ridurre significativamente la durata della degenza ospedaliera e migliorare il punteggio clinico di gravità nei bambini con bronchiolite virale acuta.

Ci sono pareri medici discordanti, e regole da seguire da parte dei proprietari di queste stanze/grotte di sale per avere dei benefici, chiedete conferma prima di andarci e documentatevi.

Ci sono grotte di sale che producono reali benefici sul nostro organismo ed altre che invece no, dice la prof.ssa Chervinskaya, ideatrice del metodo Haloterapia Controllata; anche se ormai alcuni pensano che le grotte di sale siano una moda, ci tiene a ribadire che l’Halotrattamento è una realtà seria e se ben effettuata, ci può aiutare a superare alcune problematiche di salute..

Prima cosa importante da sapere è che, per avere i benefici della  grotta di sale, le sedute devono avere una durata di almeno 40 minuti e, soprattutto, devono essere effettuate a distanza ravvicinata una dall’altra.

Importante quindi la tecnologia utilizzata per procurare un reale beneficio, queste stanze di sale devono avere determinate e specifiche caratteristiche.

Le particelle di sale devono avere una grandezza di massimo 1-5µm. I “micronizzatori” che producono particelle di sale oltre 5µm, si depositano solo nel naso, senza dare alcun beneficio all’organismo!

La temperatura all’interno della grotta deve essere mantenuta tra i 18° ed i 24° gradi con umidità controllata tra il 40% ed il 60%. Per questo motivo la grotta deve essere attrezzata con un impianto che mantenga questi parametri.

La ventilazione deve essere a ciclo continuo. Senza una ventilazione forzata non avviene il ricambio d’aria ed il movimento delle particelle di sale all’interno della grotta. Senza ventilazione forzata la grotta è inefficace se non dannosa. 

L’aerosol salino prodotto dal micronizzatore deve essere secco perché l`aerosol umido provoca complicazioni ai polmoni. L`ambiente umido spesso è la causa del broncospasmo negli asmatici. In un ambiente tiepido e umido si riproducono attivamente i microbi, muffa e la legionella pneumophila.

L’aerosol non deve contenere quantità elevate di iodio e bromo, sostanze pericolose per molte persone, in particolare per gli asmatici e gli allergici.

Ebbene, va detto che l’Haloterapia, ossia le sedute all’interno delle grotte di sale, è considerata in alcuni paesi europei una vera e propria terapia sanitaria, che come tale sta prendendo piede anche in Italia, tanto che presso il reparto di Otorinolaringoiatria del Policlinico Universitario di Bari è in corso una sperimentazione sul suo utilizzo in una particolare stanza, denominata Aerosal, che sembra permetta di godere di molti benefici per via del distaccamento dal sale e di tutti i suoi microelementi, che stazionando nella stanza, vengono assorbiti tramite le vie respiratorie.

sale

Il cloruro di sodio che viene infatti inalato nella grotta favorisce il funzionamento della “clearance muco ciliare”, ossia quell’insieme di piccole ciglia di cui sono dotate le cellule che delle vie respiratorie che, con movimenti frequenti, regolari e coordinati, trasportano lo strato di muco che le ricopre lungo il cavo orale, ottenendo così una detersione dell’intero albero respiratorio! Proprio nel muco sono infatti intrappolati virus e inquinanti atmosferici, che il sale, col suo effetto battericida riesce a far diminuire.
Con le sedute nelle grotte del sale vi è infatti una dimostrata diminuzione della carica batterica nelle vie aeree, grazie al sale inalato nel corso delle sedute, che si deposita nelle prime vie respiratorie ed interferisce con la sopravvivenza dei batteri (pneumococchi e stafilococchi) che vengono così a trovarsi in un ambiente a sfavorevole.

A livello respiratorio: il sale nebulizzato e respirato lenisce i disturbi legati all’apparato respiratorio quali mal di gola, tosse, bronchite, asma, ecc. Il sale infatti, agisce come “spazzino”: le sue polveri sono ricoperte da sostanze che, una volta respirate, aiutano il muco a risalire e abbandonare polmoni e bronchi. Stessa cosa succede per germi e batteri che in questo modo si allontanano da tonsille e faringe. Benefici dermatologici: il sale è ricco di elementi benefici che aiutano a depurare la pelle e mantenerla limpida. Utile in caso di acne ed eczemi, anche se bisogna fare attenzione che questi ultimi non siano troppo infiammati altrimenti il sale nebulizzato nell’aria all’interno della grotta, potrebbe procurare dolore sulle piccole ferite aperte. Effettuare sedute nelle grotte di sale risulta inoltre utile in caso di dermatiti e psoriasi. Contro lo stress: sdraiarsi in una grotta di sale, respirare i suoi componenti, magari in compagnia di buona musica (a simulare una seduta di musicoterapia) aiuta ad allontanare lo stress e favorisce il rilassamento. Generalmente un trattamento completo si compone di 15/20 sedute, ripetute a cadenza regolare. I prezzi possono variare dal 20 a 40 euro a seduta, ognuna delle quali dura circa 40 minuti.

sale

Per i bambini ci sono pareri discordi riguardano l’uso della grotta di sale per problemi legati al mondo infantile. Alcuni pediatri reputano il trattamento miracoloso per chi soffre di tracheiti ed asma, paragonando la sessione nella grotta di sale a un pomeriggio sugli scogli. Altri hanno idee meno entusiaste. Secondo alcuni studiosi, infatti, inalare durante la seduta (la cui durata è trai 30/40 minuti), la quantità di sostanze che si assumerebbero in oltre 70 ore trascorse sul mare, potrebbe essere dannoso in tutti quei soggetti con particolari patologie. Ad esempio per chi è affetto da ipertensione, patologia non rara anche tra i più piccoli. Tra i disturbi che potrebbero arrivare a seguito di una seduta terapeutica nella stanza del sale, ci sono arrossamenti della pelle con conseguente prurito, come può capitare al mare; facilmente risolvibile con una doccia e l’uso di una crema idratante.

Da alcuni articoli si evince che l’haloterapia è sconsigliata alle persone che soffrono di ipertensione arteriosa, infezioni con febbre, insufficienza renale, congiuntiviti, ipertiroidismo, allergia allo iodio e a persone sottoposte a chemioterapia.

Chiedete sempre prima un consiglio al proprio pediatra prima di cominciare un ciclo di haloterapia, ogni essere vivente è a sé e solo il vostro dottore vi conosce profondamente e sa cosa è giusto per voi!

 

A mio parere, dopo essermi relazionata con la pediatra di mia figlia, della quale mi fido ciecamente, bisogna provare, se non esiste “evidenza scientifica” dei benefici, non esiste nemmeno dell’inutilità, quindi dato che mia figlia ogni volta che riusciamo ad andare al mare anche solo per un paio di giorni sta molto meglio e il “mare” la cura, abbiamo deciso di provare un ciclo di 5 sedute, una alla settimana, poi si vedrà, per avere il nostro reale parere dovrete aspettare almeno un mesetto… ma non mancheremo di darvi la nostra opinione!

 

13 pensieri su “Haloterapia, terapia del sale…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *